Património de Batalha

Patrimonio della Batalha

batalha_1

Monastero della Batalha

Un monumento che si propone di ricordare la battaglia di Aljubarrota e pantheon reale, e le loro opere è iniziata nel XIV secolo sotto il patronato del re Giovanni I, questo è uno dei grandi copie costruita in stile gotico portoghese. Le sue vaste dipendenze sono un esempio di evoluzione dell’architettura medievale al XVI secolo, così dal tardo gotico alla decorazione manuelino. Questo monastero è un patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1983. Dopo tre anni di battaglia di Aljubarrota (14 Agosto 1385), questo monastero ha iniziato il suo processo di costruzione, come il voto Giovanni I alla Vergine, se la sconfitta è invasore castigliano, essendo così in grado di riconquistare l’indipendenza del Portogallo, nato in tal modo anche la nuova dinastia Avis. Sul lato di questa piazza è il monumento equestre del Constable D. Nuno Alvares Pereira, 1968 che mira immortalare comandante eroe della battaglia di Aljubarrota.

Mosteiro da Batalha

O que ver

AveiroBatalhaCastelo BrancoCoimbraFátimaFigueira da FozGuardaÍlhavoLeiriaSantarémTomarViseu

Museo della Comunitá Concelhia

Dopo essere stato eletto come migliori portoghese, nel 2012, l’Associazione portoghese di Museologia e ha ricevuto il premio Kenneth Hudson, nel 2013, in Belgio, ed è inserito nella linea di design della Nuova Museologia e socio-museologia, valorizzando l’identità e la storia della battaglia e dei cittadini. Questo museo è assunto come centro di cultura viva, funzioni di ricerca alloggio, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e la popolazione locale vita dal geologica, fonti paleontologici ed archeologici, attraverso le vicende storiche e artistiche, ai giorni di oggi.

Museu da Comunidade Concelhia

Museo Etnografico dell’Alta Estremadura

Conosciuto anche come Casa da Madalena, questo è presente in Rebolaria dal 2000 ed è stato ricostruito in un’Estremadura casa del XIX secolo, conservando le sue linee caratteristiche architettoniche che risalgono tre momenti diversi. Si tratta di un nucleo con esposizione miniature etnografici, strumenti musicali, costumi, parti dei siti di battaglia, attrezzi agricoli e strumenti di varie professioni. Questo museo è un edificio del XVIII e XIX secolo, è stata restaurata per ospitare le funzioni del museo ed è gestito da Lena Folklore Roses. Questo è divisa tra tre diverse aree per la ricreazione di Extremadura casa.

Museu Etnografico da Alta Estremadura

Museo dei Doni al Soldato Sconosciuto

Si trova all’interno del monastero di Batalha, questo museo è di proprietà della Lega dei Combattenti, che nel salotto di casa offrono una raccolta di offerte del Milite Ignoto e la Sala del Capitolo è una tomba.

Museu das Oferendas ao Soldado Desconhecido

Eremo della Madonna di Fetale

Costruito nel 1585, con “con le elemosine dei fedeli cristiani”, come una scritta, che ora è scomparso. In questo luogo c’era anche un altro eremo, ma non sono le tracce di questo. Questa cappella è stata cercata le tessere dal Juncal fabbrica, alla fine del XVIII secolo.

Ermida de Nossa Senhora do Fetal

Chiesa dell’Esaltazione di Santa Cruz

Il suo lavoro ha avuto inizio nel 1514, con grande appeal delle persone che chiedevano una chiesa parrocchiale, lasciando completata solo nel corso dell’anno 1532, con un’architettura manuelino, in particolare nel portale, barocco e revivalista. Nel 1858, a causa di una forte scossa, il soffitto ligneo è crollato, la promozione e aumentando colpo del campanile per l’anno 1908. Nel 2001, il portico manuelino, Boitaca magistralmente, è stato recuperato. Sul retro di questa chiesa è la cappella della Santa Casa della Misericordia, proveniente dal XVIII secolo.

Igreja Matriz da Exaltacao de Santa Cruz

Ponte di Boutaca

Esemplare unico in Portogallo, con quattro case di pedaggio, che in passato servivano da passaggio di raccolta. Questo ponte è stato costruito nel 1862, durante il regno di Louis, essendo sul flusso calvaria attualmente essere uno dei punti di arresto obbligatorio in battaglia. Questo interesse pubblico ha un revivalista e le tracce neo-gotico.

Ponte da Boutaca