Património de Viseu

Patrimonio di Viseu

Viseu

Piazza della Repubblica

Nucleo principale di Viseu dal 1886, questa piazza è anche conosciuto come Rossio, e si distingue nelle sue valenze amministrative ed economiche negli edifici del Consiglio Comunale, del XIX secolo, la Banca del Portogallo, il 1930 e Caixa Geral de Depósitos. Questa piazza è un pannello 1930 tegola, fatta da Joaquim Lopes che rappresentava le zone rurali di Viseu, evidenziando la figura di capucha.

Praca da Republica

O que ver

AveiroBatalhaCastelo BrancoCoimbraFátimaFigueira da FozGuardaÍlhavoLeiriaSantarémTomarViseu

Museo Almeida Moreira

Questo si propone di presentare i personaggi più iconici di Viseu XX secolo, Francisco Almeida Moreira ha creato questo a causa della sua dedizione per l’arte e il collezionismo. Accanto a questa emblematica tenuta, è la sua collezione con una serie di pezzi distinti che vanno dalla pittura alla scultura di epoca moderna.

Museu Almeida Moreira

Giardino das Mães

E ‘in Largo Maggiore Teles tra calze a parete con Almeida Moreira Museum, questo giardino offre le più svariate tonalità di verde, concentrandosi su una scultura dal 1940, redatto da Oliveira Ferreira, che lo dedicò a sua madre sul titolo “il sonno migliore della nostra vita.” Questo è stato lo scultore studente Soares dos Reis, e il suo gioco è stato premiato alla Mostra XXVII della Società Nazionale di Belle Arti nel 1930 con il secondo posto.

Jardim das Maes

Chiesa della Ordem Terceira de São Francisco

Questa chiesa ha una vista unica di Piazza della Repubblica e può raggiungere attraverso una scala elegante. Questo è considerato come uno dei migliori esempi di architettura religiosa del XVIII secolo, e l’interno pieno di pannelli di piastrelle che racconta la storia di San Francisco, insieme alle pale d’altare in stile rococò e un organo del XVIII secolo, presente nel coro alta.

Igreja da Ordem Terceira de Sao Francisco

Parco Aquilino Ribeiro

Lung Viseu, questo ha un parco espulsione di colori, profumi e calma che si presenta come gran parte dei suoi corsi vegetazione e di acqua. Il tuo nome è originario di una delle esponenti della letteratura nazionale, che dal 1974 dà il nome, Aquilino Ribeiro a questo parco. Questa è la Cappella di Nostra Signora della Vittoria del XVII secolo, un elemento che ha lo scopo di ricordare la vittoria portoghese nei campi di Aljubarrota.

Parque Aquilino Ribeiro

Porta do Soar e Muralha Afonsina

La porta Soar è una delle voci più importanti della città medievale di Viseu, con una struttura del XV secolo, fu eretta nel 1412 come parte di una delle sette porte della città. Il tuo arco testata rotta è sormontata da un armi di pietra e San Francisco, che sovrintende la porta. Questo è accompagnato da un muro, la cui costruzione ha richiesto circa 70 anni, lasciando completato solo nel regno di Alfonso V, con conseguente vostro nome muro Alphonsine

Porta do Soar e Muralha Afonsina

Capela de Nossa Senhora dos Remédios

Vicino alla Porta do Soar, è questa cappella evoca la Madonna dei Rimedi, la cui devozione era tale che la gente Viseense chiesto la sua costruzione. Nella prima metà del XVIII secolo, i desideri delle persone e le loro elemosine sponsorizzato quali, essendo tali ricordato la porta principale. Al suo interno è decorato con pannelli di piastrelle e pale d’altare dorate che rappresentano la devozione della gente di Viseu.

Capela de Nossa Senhora dos Remedios

Cattedrale di Viseu

È uno dei punti più alti di Viseu, tappatura una delle più belle piazze del Portogallo, questa cattedrale è stata costruita agli inizi del XII secolo, risalente al Cattedrale di Viseu associato con un palazzo Condal e un castello, questo ha numerosi lavori di ristrutturazione tra XIII secolo e XII. Si trova all’interno di un chiostro rinascimentale, il primo del Portogallo, con una volta di noi del XVI secolo, come il braccio reliquiario di Sao Teotonio, il primo santo portoghese. Nell’antica capitolo camera è un museo focalizzata per il Tesoro della Cattedrale, con una collezione di più di 900 anni, la cattedrale, tour dei canonici, una loggia che offre una delle viste più belle di Viseu.

Catedral de Viseu

Museo Nazionale di Grão Vasco

Vicino alla Cattedrale di Viseu, questo ex seminario del XVII secolo è stato istituito nel 1916 in onore del maestro pittore portoghese del XVI secolo, che visse e morì in questa città, Vasco Fernando / Onix. Questo sono i capolavori della pittura rinascimentale portoghese, insieme alla pala d’altare della Cattedrale di Santa Maria de Viseu, la pittura di São Pedro, seguito da una serie di parti la cui rappresentazione dell’arte e della pittura portoghese, sono stati classificati come ” tesoro nazionale. “

Museu Nacional de Grao Vasco

Chiesa della Misericordia

Un edificio del XVI secolo, costruito sotto la direzione di Jorge de Ataide, Vescovo di Viseu. Nel XVIII secolo fu riclassificato promuovere in essa stile barocco, Presenta fino ad oggi. All’interno v’è una seconda metà della organo a canne del Settecento e un dipinto ad olio di authoring “Pittore Gata” artista Viseense del XIX secolo, che mostra la Madonna della Misericordia. Questo dispone anche di un piccolo museo che è contemplato da centinaia di oggetti che hanno lo scopo di far conoscere la storia e le figure, che danno sostanza ad una delle più antiche istituzioni del Portogallo, nel corso dei secoli.

Igreja da Misericordia

Casa del Punto di Vista

Presente in Largo António José Pereira, è un vestigio dell’architettura civile rinascimentale, unico in Viseu. Questa casa del XVI secolo, è stato disegnato da Francesco de Cremona, architetto italiano, che ha disegnato anche il chiostro di Santa Maria de Cattedrale di Viseu. Mentre passa attraverso un portale accompagnato da lesene Ionio, è una delle collezioni archeologiche più interessanti, la raccolta di Dr. José Coelho, uno Viseense personalità del XX secolo, e questo mira a rendere resti archeologici noti della città di Viseu. Questa casa è circondata da giardini con pietre miliari di epoca romana.

Casa do Miradouro

Piazza D. Duarte 

Insieme con l’Adro da Sé, diventata una delle più antiche piazze di Viseu, ed è stato nominato dopo Duarte, il re portoghese, che è nato in questa città nel corso dell’anno 1391. In cima a questo si trova il camminare canoni, questa è anche la statua del re D. Duarte, la casa eloquenti, fresco di Almeida e Silva, pittore e scultore Viseense del ventesimo secolo.

Prac D. Duarte

Strada Augusto Hilário

Per coloro che vogliono viaggiare indietro nel tempo, questa strada attraversa le vie del paese Viseense medievale, presentando le case con le finestre sobradas manuelino e la casa in cui Augusto Hilário, è nato. Questo cantante del XIX secolo è anche uno dei principali riferimenti di Coimbra Fado.

Rua Augusto Hilario

Casa delle Memorie

Con una caratteristica medievale che per anni è stato il sito di un dibattito scientifico che ricercatori hanno considerato a torto come la sinagoga del quartiere ebraico, sdraiato sì, tra la via della Buona Morte e Lady Via Madonna della Misericordia. Questa casa è uno spazio museale che mira a ravvivare la memoria di viseenses presentano figure, spazi e memorie.

Strada Direita

L’arteria principale di Viseu dal periodo romano, che è l’asse su strada, il Cardus Maximus, e già nel Medioevo era conosciuta come la strada di tende. Nel XV secolo, è andato a Straight Street chiamare direttamente collegati tra le due porte della città, la porta estinto di San Giuseppe e la porta dei Cavalieri. Nel corso dei cinquecento metri di lunghezza sono case sobradas, case padronali, le finestre Manueline e diversi negozi, che ti fanno sentire l’anima e lo spirito di Viseense, nel corso dei secoli e migliaia di anni di storia.

rua direita

Chiesa del Carmo

In Largo de Santa Cristina, questa chiesa con una traccia barocca sobria nasconde al suo interno un manifesto di arte barocca, con un soffitto in prospettiva con un dorato accompagnata da pale d’altare e pannelli che ricoprono le pareti, un’opera d’arte che dà il sacro a questo.

Igreja do Carmo

Muro Romano della Strada Formosa

Nella strada Formosa, si incontra uno dei resti più emblematici della presenza romana a Viseu, un frammento di un muro costruito nell’anno 360, che coinvolge la città, e solo accessibile da quattro porte e si lasciò accompagnato da torri semicircolari. Questo fortificato fu eretta mentre la città sarebbe una civitas capitale importante, in epoca romana, quando la pressione dei barbari invasori dall’Europa centrale.

Muralha Romana da Rua Formosa

Cappella di Santo António do Solar dos Condes de Prime

Considerato come uno dei più belli esempi di architettura di sole Viseu, questa cappella dedicata a Sant’Antonio è stata eretta nel 1751, quando presente nel titolo del portale cappella. Dal suo interno è dotato di uno splendore barocco con dipinti prospettive, pannelli di piastrelle e belle sculture dorate.

Capela de Santo Antonio do Solar dos Condes de Prime

Cava de Viriato

Uno dei più grandi misteri della storia di Viseu e archeologia portoghese, questa cava è anche considerato come una delle opere più emblematiche di mulini nella penisola iberica, che consiste di una pianta ottagonale con otto argini di terra, dove ogni dispone di 250 metri di lunghezza associata con acqua compiaciuta. Non è noto l’autore di questo monumento.

Cava de Viriato

Casa da Ribeira

Uno spazio dedicato ai ricordi e la conoscenza delle persone che stavano arando il campo, questo edificio ospitava un laboratorio di ferro battuto, un magazzino, una taverna e un alloggiamento per gli studenti. Attualmente l’obiettivo di mantenere la sua connessione con i ricordi della loro terra, con un mestiere e preservare le tradizioni della gente di questa regione, essendo uno spazio per la cultura e la conoscenza popolare.

Casa da Ribeira

Porta dos Cavaleiros

Vicino a Arch House o Solar dos Albuquerques – costruito nel XVII secolo, è una delle antiche porte che renderebbero l’accesso alla città medievale di Viseu, disteso lungo questa la Fontana di San Francisco, le caratteristiche barocche e in onore di S. Francisco, questo è stato immortalato da Camilo Castelo Branco nell’opera “l’amore Doomed” come è stato in questo luogo, che l’autore ha descritto il confronto tra Simão Botelho e Baltazar Coutinho.

Porta dos Cavaleiros

Chiesa di Santo António

Monastero aggregato di Bom Jesus, questo è stato fondato nel 1560, per ordine del Vescovo di Viseu Nuno de Noronha, in Largo Mouzinho de Albuquerque. L’interno è circondato da un’espressione artistica del barocco, con pannelli di piastrelle raffiguranti la vita di San Benedetto e Santa Scolastica, dal momento che l’altare maggiore, l’involucro dorato, è l’epitome del barocco. Questo monastero ospitava le prime suore benedettine che sono venuti al monastero Uccello Ferreira in Sátão, dal 1592, essendo responsabile di questi dolci Viseense.

Igreja de Santo Antonio

Giardini del Paço Episcopal do Fontelo

Entrando nel giardino rinascimentale, è come tornare al XVI secolo, essere influenzati da creazioni italiani, guidati da Miguel da Silva, Vescovo di Viseu. Questo giardino offre un ambiente idilliaco che favorisce il rilassamento, con una piccola cascata e la vegetazione colorata con aromi di camelie, false-Tuias e azalee.

Jardins do Paco Episcopal do Fontelo

Museu do Quartzo

Sei chilometri di distanza da Viseu, il Monte de Santa Luzia, che ospitava una castro di proto-storia che è stata bersaglio di estrazione di quarzo, per 25 anni, lasciando solo un cratere, “finestra sulla terra”, è sfruttata per il creazione di un museo, scopo chiarire l’importanza mineralogica, quarzo geologica e commerciale.

Museu do Quartzo

Mosteiro de São Francisco de Orgens

Si tratta di quattro chilometri da Viseu, questo monastero apparteneva all’ordine dei Francescani, essendo fondazione nel 1408. Questo è stato considerato come un modello esemplare di disciplina e caro a persone che hanno donato per la sua costruzione. Questo è circondato da un paesaggio che chiede la pace e relax.

Mosteiro de Sao Francisco de Orgens

Solare del Vino del Dão

Il XII secolo, questo è noto anche come Palazzo Vescovile, essendo stato la residenza dei vescovi di Viseu al XX secolo. Questo solare presenta diverse storie e memorie, e un posto singolo-oriented e attualmente ospita il Regional Dan viticoltura Commissione. Questo è un punto di partenza per uno dei più singolari percorsi sensoriali e da Viseu, la Strada del Vino del Dão.

Solar do Vinho do Dao

Necropoli Megalitica di Pedralta

I 25 chilometri di Viseu e nei pressi del piccolo villaggio di Cota, questa necropoli è costituita da cinque monumenti, il lui il Dolmen della Grande Pedralta più grande insieme a 20 dolmen, raggiungere il paese di Sanguinhedo e noce Cota. Questa scoperta è stata fatta da José Coelho, Viseense archeologa nel 1912. Dal momento che la tenuta dei suoi scavi sono in Belvedere House a Viseu.

Necropole Megalitica da Pedralta